PRIMARIE PD SARDO: PAUCI SUNT VOCATI, MULTI VERO ELECTI!

2
241

SoruCastangiaAngioni2

Pochi forse sanno che DOMENICA 26 Ottobre 2014 si terranno le primarie per l’elezione del Segretario regionale e, contestualmente, dell’assemblea regionale del Partito Democratico della  – o “nella”? – Sardegna. In giro non si vede alcun manifesto, nessuno ne parla e gli stessi candidati sembrano far finta di niente. E’ vero che anche le casse del PD piangono disperate – non però quelle dei suoi “onorevoli” –, ma francamente sarebbe stato opportuno almeno un piccolo sforzo per farsi notare. Questo se davvero si vogliono primarie aperte e partecipate! In molti sta infatti sorgendo il sospetto che in realtà ci si “soddisfi” della solita conta interna. Del resto si tratta di una competizione tra … correnti, che assai poco può appassionare un cittadino comune. Le con-correnti sono:
i “sorian-cabrasiani”, nettamente favoriti, che candidano l’ex guru del risorgimento sardo Renato Soru;
il gruppo “civatiano”, o, secondo alcuni, “civettiano”, che per la segreteria propone Thomas Castangia, ex segretario provinciale PD di Cagliari e già “software engineer” in Tiscali;
e una terza componente, che sostiene il senatore cagliaritano Ignazio Angioni, già Direttore di LegaCoop Sardegna, e che fa riferimento, tra gli altri, all’attuale sottosegretaria alla Cultura di Renzi, Francesca Barracciu, divenuta celebre per i suoi lunghi raid automobilistici.

Ecco, in ordine alfabetico, le liste dei candidati provinciali a sostegno dei tre segretari:

ANGIONI IGNAZIO: Steri Mauro, Caboni Alessandra, Frau Luciano, Massenti Mariangela, Deias Giuseppe, Floris Sonia, Urru Gianni, Obinu Maria, Pisu Mirko, Dessanai Marietta, Soddu Marco Andrea, Accalai Giovanna, Spahiu Simone, Chiappelli Paola, Floris Sebastiana;

CASTANGIA THOMAS: Sanna Giovanni Maria, Uras Annamaria, Pintus Antonio, Ferrara Anna Maria, Rullo Davide, Piras Federica, Cubeddu Antonio, Atza Maria, Di Maria Bartolomeo, Pompianu Maria Cristina, Cadau Gian Franco, Pietrosanti Simona, Lucherini Ivano, Bellomo Selma, Spanu Angelo Valerio.

SORU RENATO: Cherchi Margherita, Martani Roberto, Piras Alessandra, Cuccui G. Antonio, Mancosu Sandra, Spiga Gianmario, Ruggiu Immacolata, Loi Mario, Suini Claudia, Mureddu Antonio, Carta Federica, Pusceddu Gianluca, Franzinu Rossana, Mameli Antonio Mameli, Dessì Filomena.

Il PD sardo dunque è sempre fortemente diviso, non però su visioni differenti di politica, di programma e di prospettive, ma, su … altro! Ecco, questa esasperata pratica di un settarismo privo di idee paralizza, purtroppo fin dal suo concepimento, quello che oggi è il maggiore soggetto politico italiano, né il “nuovismo” renziano sembra volerla sostituire con quella più virtuosa ma anche più … rischiosa di un partito aperto, plurale e dinamico quale sarebbe dovuto essere il PD.
Dando un rapido sguardo ai nomi proposti qui a Oristano, salta senz’altro agli occhi quello, ben noto, di Sanna Giovanni Maria, capolista dei “Civatiani per Castangia”. L’ex segretario provinciale del PD, che ha appena ceduto il posto al fresco e rampante Mandis, dunque ci riprova, seppure in una competizione minore e decisamente più facile, dopo i ripetuti knock-out subiti in questi ultimi anni. Del resto uno come Gianni Sanna non si spaventa certamente davanti all’ineluttabile trascorrere degli anni, e neppure di fronte al vento (o … “venticello”) di novità, che almeno a parole, dovrebbe spirare nel PD di Renzi, ma anche dello stesso Castangia: “plus
 ça changeplus c’est la même chose”, diceva argutamente Aiphonce Karr per la gioia di questo evergray della politica oristanese, che dorme sognando gli illustri figli di Maglie e di Moncesio ma quando si sveglia … è un’altra cosa! Da parte nostra gli facciamo comunque un sincero “in bocca al lupo” per questa sua nuova avventura, auspicando che l’aria di via Emilia gli dia più giovamento di quella respirata troppo a lungo in via Canepa.
Infine una domanda all’attuale segretario provinciale Mandis: caro Segretario, per chi voterai?