MA COME? E’ ANCORA COSI’? [ADRIANO SITZIA]

0
401

02052015520 02052015521

La via Messina è certamente una delle strade più verdi della città. Infatti, oltre alle aiuole spartitraffico che ne dividono le corsie per un lungo tratto, sul suo tracciato si affacciano anche gli unici spazi verdi degni del nome nel quartiere Sacro Cuore: quello condiviso con via Venezia e quello che sta tra via Firenze e via Cagliari. Sono vere e proprie oasi in una parte della città che invero offre ben poche aree di socializzazione o semplicemente adatte a trascorrervi magari solo una mezzora in compagnia del giornale o di un gelato.
Accanto ad essi però, in via Messina si possono ammirare anche scorci come questo proposto dalle due foto. Si tratta di un piccolo rettangolo di terreno, compreso tra la recinzione del Liceo scientifico e la contigua cabina elettrica, che da sempre versa in questo stato.
Alcune domande: come mai, in una strada piuttosto trafficata, e per di più, vicino ad una delle più importanti scuole cittadine, dove ogni giorno transitano e stazionano studenti, docenti, genitori ecc., si possono ammirare e, quel che è peggio, lasciare così “con nonchalance” schifezze come questa? Pare proprio strano che nessuno si sia mai lamentato di una cosa simile! E allora come mai finora questo piccolo spazio è stato ed è regolarmente trascurato? C’è forse qualche problema di proprietà e quindi di competenza?
In attesa di una risposta in tal senso, va, oltretutto, rimarcato il pessimo esempio che si da ai ragazzi – oggi studenti ma domani cittadini, genitori ed educatori – con questi scorci di indecente trascuratezza urbana. Chi di dovere dovrebbe riflettere anche su tali aspetti educativi, che vanno ben oltre la bruttura in sé del posto.