NIENTE GIRO D’ITALIA, SPAZIO AL GIRO GUIDO (ADRIANO SITZIA)

0
419

giroguido

L’ultimo schiaffo preso da Oristano, la sua esclusione dal percorso del Giro d’Italia, un po’ di clamore in città lo ha sollevato. Forse non tanto quanto sarebbe stato necessario, certo, ma il malumore in città si è toccato con mano. Del resto, non poteva non essere così, dopo tutta una lunga serie di delusioni, di fiaschi, di calci nei co…siddetti, incassati quasi senza colpo ferire.
Così, persino qualche politico e amministratore locale s’è sentito in dovere di dare una prova della sua esistenza in vita. Lo ha fatto il consigliere regionale Gianni Tatti; lo ha fatto il Sindaco di Cabras, Cristiano Carrus. Entrambi di centrodestra ed entrambi in maniera fin troppo civile e prudente. Ma almeno lo hanno fatto. E gli altri? E il PD oristanese? E il nostro Sindaco ciclista? E gli altri consiglieri regionali del territorio? E la nostra esimia deputata? Sì anche di lei bisogna parlare, dal momento che – lo ricordo sottovoce per non svegliarla – del ritorno del giro in Sardegna si sono fatti paladini i Riformatori Michele Cossa ma soprattutto Pierpaolo Vargiu, collega della Pes alla Camera. D’accordo, questa corsa è rosa non rossa, e, pur con i suoi quasi cento anni, non è un monumento nazionale come lo sarà fra poco Casa Gramsci. Concediamole poi anche l’attenuante che, pur essendo spesso combattuto, il Giro non ha gli affascinanti contorni del giallo come invece il Tour francese o il presunto misterioso sommergibile di Is Arenas. Ma, Onorevole, suvvia, almeno il leggero sforzo di un incisivo comunicato stampa potrebbe pure farlo! Non deve mica scalare il Mortirolo!
Anche la Provincia di Oristano – ha dichiarato Cristiano Carrus – meritava una tappa del Giro d’Italia. Tutti i territori della Sardegna sono uguali, ricchi di cultura e bellezze ambientali“. Evidentemente, caro Sindaco, così come per lo Stato italiano, anche per la Regione Sardegna, che pare abbia investito alcuni milioni di euro per il ritorno del Giro nell’isola, ci sono zone di serie A e zone di serie B (o peggio). E Oristano non è certo nella major league sarda!
Consoliamoci comunque con le ultime esaltanti tappe del Giro Guido, in programma questa settimana con partenza e – speriamo – pure conclusione in Piazza Eleonora. Particolarmente temuta e spettacolare è la tappa di giovedì, con arrivo in salita e con il maltempo in agguato. GT guida ancora la corsa, ma il suo margine nei confronti dei principali antagonisti è ormai irrisorio. Inoltre i ritiri di alcuni dei suoi migliori gregari hanno costretto il capitano a caricarsi sulle sue sole robuste spalle il peso della corsa, mentre gli avversari non gli lasciano un attimo di tregua. GT però ha classe e tenacia da vendere, per cui aspettiamoci una battaglia dal primo all’ultimo metro! Anche senza la maglia rosa.