L’IRRIMANDABILE “RESTYLING” DI ORISTANO (ADRIANO SITZIA)

0
352

In attesa di iniziare a vedere i risultati del lavoro della nuova Amministrazione civica, Oristano continua più o meno ad essere così come è stata lasciata dalla precedente Giunta: in brutte condizioni! In questo senso centro, periferie e frazioni, tutti hanno motivi per lamentarsi. Ma, forse, il problema principale della città è la mancanza di quella ordinaria manutenzione, tra l’altro in grado di impedire che un piccolo danno, per trascuratezza diventi poi un costoso disastro. Un esempio sono le recinzioni di diverse scuole cittadine (Scuole Medie di viale Diaz, Scuole primarie del Sacro Cuore), che, proprio per mancanza di manutenzione, ad un certo punto è stato necessario rifarle ex novo. A tal proposito anche la recinzione delle storiche Elementari di via Solferino necessiterebbe di urgenti interventi volti a preservarle da un ulteriore deterioramento.
Intanto continuano i problemi nell’ex carcere, tanto che una decina di giorni fa una squadra di operai ha provveduto a buttar giù alcune parti di intonaco pericolose lungo la cinta muraria (sulle condizioni di piazza Manno è meglio tacere!), mentre niente di nuovo sul fronte … dell’ex Distretto, nonostante i ripetuti annunci di imminenti finanziamenti – scusate i troppi “enti”! Va invece segnalato – positivamente! – un recente intervento di ripulitura della torre di Portixedda.
Nella categorie delle opere cosiddette “sfortunate” va senz’altro inserita la piazza dedicata a San Giovanni Paolo II, di fronte alla curia arcivescovile. Qui, fin da quando i lavori sono stati ultimati, parti consistenti dei laterizi ornamentali si sono sistematicamente staccate. Un problema simile interessa la pavimentazione di un tratto di marciapiede di via Tirso, anche questo di recente rifacimento.
Da non dimenticare poi, insieme a quelli delle numerose buche nelle strade, i diversi problemi dovuti alle radici degli alberi che “scassano” i … marciapiedi. A questo proposito un premio dovrebbe essere assegnato a chi, alcuni decenni orsono, disegnò l’alberatura nel tratto di via Cagliari compreso tra via Gennargentu e l’edificio ex Isola (foto in basso): provare per credere!
Non sono da trascurare neppure le condizioni precarie di molti pali elettrici e della pubblica illuminazione.
Insomma c’è tanto da fare. Speriamo in questa nuova Giunta.