”CASETTE” DI VIA LACONI: INCONTRO IN COMUNE TRA IL SINDACO E I RESIDENTI [ADRIANO SITZIA]

0
335

dav

Vivace quanto schietto confronto quello che si è tenuto questo pomeriggio nella Sala Giunta del Comune, tra il Sindaco Andrea Lutzu, accompagnato dai due assessori competenti, Federica Pinna e Gianna De Lorenzo, e un numeroso gruppo di residenti di via Laconi e adiacenze, a proposito del progetto comunale di sistemazione di tre prefabbricati lignei di 28 mq ciascuno da mettere a disposizione di quelle persone, che si trovino per cause di forza maggiore senza alloggio o comunque in attesa di ricevere adeguata sistemazione abitativa. Da parte del Sindaco, che si è lamentato di un’informazione poco corretta e poco veritiera su questo progetto, è emersa la volontà di affrontare il problema con i cittadini senza nascondersi. “Questo però alla fine – ha sottolineato Lutzu – deve portare a una decisione, ricordando sempre che questo progetto interessa persone che hanno davvero bisogno di aiuto“. Dello stesso tenore sono stati gli interventi di Federica Pinna e di Gianna De Lorenzo, che hanno messo in rilievo la portata sociale di questa iniziativa, ripercorrendone la storia. I tre amministratori hanno poi ribadito che le notizie sullo spostamento in via Laconi dei Rom sono prive di fondamento, mentre, per quanto riguarda le eventuali alternative, hanno ammesso che ad oggi le altre soluzioni indicate sono state considerate non praticabili. Tuttavia hanno voluto insistere sul concetto che “nessuna decisione è mai stata presa, e che si farà di tutto per arrivare ad una soluzione il più possibile condivisa con i cittadini“.
Da parte loro le molte persone intervenute hanno evidenziato tutta una serie di criticità che tale progetto comunale porta con sé: la tipologia di queste “casette”, soggette, tra le altre cose, a rapido deterioramento se non periodicamente manutenute; l’infelice posizione del lotto individuato, su gran parte del quale cade sempre l’ombra,  e le problematiche dello stesso, su cui, tra l’altro, gravano anche servitù di passaggio ecc., che riducono considerevolmente lo spazio disponibile; i problemi che ha la via Laconi, per quanto riguarda marciapiedi, parcheggi, condizione (pessima) del manto stradale, pericolosità a motivo delle auto che spesso sfrecciano a notevole velocità; la situazione di (eterno) degrado di una zona, Corea, da sempre dimenticata dagli inquilini di piazza Eleonora; il rischio di veder creato un ghetto, che per quanto piccolo può, se trascurato da chi di dovere, compromettere ulteriormente lo stato della zona e persino quella relativa tranquillità, quella quiete che forse è l’unico punto di forza di questa parte della città per tanti altri aspetti “messa male”!
La maggior parte degli intervenuti si è però espressa a favore dell’edificazione di una vera e propria casa-alloggio, gradevole e accogliente, e che, in quanto tale, può anche essere ben gestita e seguita.
Il Sindaco e i residenti della zona di via Laconi si sono lasciati con l’impegno di rivedersi tra una settimana o due proprio in via Laconi per un sopralluogo, per esaminare a fondo, senza pregiudizi, questo progetto