GIOVANI E IMPRESA: DUE INCONTRI PER SPIEGARE E PROMUOVERE L’IMPRENDITORIA GIOVANILE [ADRIANO SITZIA]

0
310

Business growth

Uno dei grandi problemi della Sardegna, come ben si sa, è il lavoro. Un problema che diventa ancor più pesante e pressante nelle fasce di età più giovani, dove la disoccupazione, non da oggi, raggiunge numeri davvero allarmanti. Nel 2016 per esempio più della metà degli under 24 risultavano senza lavoro.
Un tempo le risposte al problema cronico della disoccupazione meridionale e sarda stavano nel pubblico impiego, nell’agognato posto pubblico. Oggi con la contrazione di tutto questo settore, l’innalzamento dell’età pensionabile ed il blocco del turnover il sogno del posto fisso rischia per tanti di rimanere tale.
In teoria le alternative ci sarebbero: una su tutte, forse la più difficile ma anche la più affascinante, è l’imprenditoria, il crearsi il futuro con le proprie mani. Perché difficile? Beh, sicuramente fare impresa è “già di suo” un’ … impresa! Lo è ancor di più in un Paese come l’Italia, dove ancora per tanti la parola “imprenditore” è sinonimo di “padrone”! Lo è ancor di più in una regione come la Sardegna dove storicamente manca una vera cultura del fare impresa. Lo è per tutta una serie di limiti che scoraggiano parecchi fra quelli che pure vorrebbero provarci, e che riguardano l’istruzione, il credito, il peso fiscale, le infrastrutture, le opportunità ecc. ecc.
A Oristano per iniziativa di alcuni istituti scolastici e di un gruppo di imprenditori, coordinati da Umberto Marcoli, nelle mattinate di lunedì 19 e martedì 20 marzo,  rispettivamente presso la Sala Auditorium del Tecnico “Mossa” ed il Liceo Classico “De Castro”, sempre con inizio alle 8.45, gli studenti dell’ultimo anno potranno conoscere alcuni tra gli aspetti più importanti relativi al “fare impresa”. In particolare il giorno 19 l’ing. Alessio Calcagni, chief executive officer di “Veranu”, società operante nel settore delle rinnovabili, parlerà della start up: che cos’è, come nasce, come farla crescere; il dott. Giorgio Bellinzas, esperto in europrogettazione e sviluppo locale, tratterà invece degli strumenti di supporto a disposizione di studenti e giovani imprenditori; l’archeologa e scrittrice Giulia Balzano, responsabile dei servizi didattici del Museo dell’ossidiana di Pau, si soffermerà sull’impresa culturale; Michele Ardu illustrerà il suo lavoro di fotografo free lance; l’imprenditore Ugo Bressanello, fondatore di “Domus de luna”, una fondazione che opera nel settore dell’aiuto e assistenza soprattutto di bambini e mamme in difficoltà, presenterà l’impresa del terzo settore; Giampaolo Meloni, cofondatore de “La Factoria – Comunità creativa”, infine tratterà dell’impresa in 4c.
Martedì, al De Castro, i ragazzi potranno ascoltare, oltre alle relazioni di Calcagni, Bellinzas e Ardu, anche Valentina De Masi della “PerMicro”, una delle più importanti società italiane di microcredito, tratterà appunto di questa ulteriore possibilità di finanziamento.