CULTURA SARDA IN LUTTO PER LA SCOMPARSA DEL PROF. LUIGI LEURINI [ADRIANO SITZIA]

0
1669

Anche oggi arriva una ferale notizia, l’ennesima di questi interminabili mesi, che colpisce tutta la cultura sarda: l’improvvisa scomparsa, a soli 74 anni, del professor Luigi Leurini, già ordinario di Letteratura greca all’ateneo cagliaritano.
Il professor Leurini ha percorso tutta la sua carriera accademica nella Facoltà di lettere di Cagliari, fin dalla sua laurea nel 1970. Allievo di insigni grecisti quali il veronese Enzo Degani e Gregorio Serrao, Leurini già nel 1983 divenne professore associato di Filologia greca, e poi, nel 2005, ordinario di Lingua e letteratura greca.
Il suo lavoro scientifico è stato inizialmente rivolto soprattutto all’accurata ricostruzione della produzione letteraria di Ione di Chio, a cui ha dedicato molti articoli e due importanti monografie ‘
Ione di Chio. La produzione scenica. Introduzione, testo critico e commento di L. Leurini‘ (1981) e ‘Ionis Chii testimonia e fragmenta collegit, disposuit, adnotatione critica instruxit A. Leurini” (1992; seconda edizione 2000).
Un altro autore al quale Leurini ha dedicato un’attenzione particolare è stato il grande commediografo Menandro e con lui il teatro e la letteratura ellenistici (Euforione, Antimaco di Colofone, già oggetto di studio del Serrao, Acheo, Callimaco, ecc.). Sull’opera del drammaturgo attico Leurini ha tra l’altro scritto uno dei suoi ultimi contributi scientifici, ‘
Proverbi nelle commedie di Menandro‘, uscito per i tipi di Morlacchi nel 2011.
Un ulteriore filone di ricerca in cui Leurini si è impegnato soprattutto nella parte finale del suo percorso accademico è stato lo studio dei frammenti dell’edizione omerica curata da Riano di Creta, con il quale lo studioso cagliaritano ha inteso scandagliare le problematiche dell’editoria alessandrina. Una prima edizione commentata di Riano sul testo di Iliade ed Odissea (‘
L’edizione dei poemi omerici di Riano di Creta‘) è stata pubblicata nel 2000 dalla CUEC, seguita da una nuova uscita nel 2007, stavolta per l’editore Quasar (‘Seminari romani di cultura greca – Quaderni, 9’).
La sua partecipazione, nell’ultimo decennio del secolo scorso, alle attività della Missione Archeologica Italiana
, gruppo dell’Università di Cagliari diretto dalla professoressa Simonetta Angiolillo, sua compagna anche nella vita, a Iasos (attuale Kıyı Kışlacık nella provincia di Mugla, in Turchia) ha prodotto alcuni importanti contributi scientifici, tra cui: ‘Osservazioni sullo Zeus Idrieus di Iasos‘, ‘Ermocrate di Iasos. Un maestro dimenticato‘ e ‘Diodoros Cronos, un bizzarro filosofo di Iasos‘. Suoi altri terreni d’indagine e ricerca sono stati il ‘De Iside et Osiride‘ di Plutarco, i geografi greci e la Sardegna, l’epigrammista Posidippo di Pella ecc.
Alla famiglia del prof. Leurini vanno le più sincere condoglianze del gruppo di ‘Appunti oristanesi’.