A SETTEMBRE UN TORNEO SPORTIVO A MISURA DI RAGAZZO: ORGANIZZA TEMPTATION [ADRIANO SITZIA]

0
611

Sport e valori dello sport, ragazzi, quartiere e ristorazione: questi sono i soggetti principali di un’interessante manifestazione sportiva, organizzata per il prossimo settembre dalla Cooperativa ‘Temptation’ della omonima pasticceria-caffetteria di via Biasi presso le scuole primarie del Sacro Cuore ad Oristano. La bella iniziativa, sostenuta dal CONI, dal Comune di Oristano, e dagli sponsor Isola assicurazioni e Nuova Ideal bevande, è stata presentata stamane presso la pasticceria da Marco Porcheddu, in rappresentanza della gestione, insieme ai rappresentanti delle associazioni e società sportive che contribuiranno all’organizzazione: Elisabetta Fenu, presidente dell’USACLI Oristano; Cristina Cannas, in rappresentanza della FIP e dell’Azzurra basket; Daniela Masia, presidente provinciale delle ACLI; Roberto Mulas, presidente della Sezione oristanese dell’AIA; Gianni Scanu, presidente della gloriosa US Oristanese. Era assente, per impegni non rinviabili, Bebo Porcheddu della Gymland, che ha inviato un messaggio di saluto.
Con questo torneo – ha esordito Marco Porcheddu -, aperto a tutti i bambini, ragazzi e giovani fino ai 25 anni, che non dovranno pagare nessuna quota di iscrizione tranne la voglia ed il piacere di fare lealmente sport divertendosi, ci siamo prefissi sia di portare la ristorazione fuori dai soliti ambiti, sia di valorizzare il quartiere coinvolgendo proprio quello che è il futuro della sua comunità, cioè i bambini ed i ragazzi fino ai 15 anni, soprattutto quelli che non praticano sport o che vorrebbero cimentarsi con nuove discipline sportive, ed i giovani dai 16 ai 25 anni”. Porcheddu ha poi illustrato nei dettagli l’articolazione del torneo: vi si potranno praticare tre sport, basket, volley e futsal, in squadre formate sulla base di fasce d’età e con partite della durata di 30 minuti. Non ci saranno vincitori né classifiche. Si inizierà il 12 settembre, alle ore 15, presso il centro sportivo dell’ASD Oristano calcio, che ha messo a disposizione i suoi impianti di via Levante, rispettando rigorosamente tutte le prescrizioni in materia di Covid 19.
Dal canto suo Elisabetta Fenu ha sottolineato il lavoro della sua associazione nel promuovere una pratica sportiva legata all’ambiente, alla cultura ed al sociale, mentre Cristina Cannas ha ricordato il quarantennale lavoro dell’Azzurra basket nel settore giovanile, “mettendo alla base della formazione dei ragazzi accanto agli aspetti sportivo-agonistici quelli educativi e formativi, come il rispetto e la lealtà”. Cannas ha poi auspicato una partecipazione forte non solo del quartiere ma di tutta la città ad una manifestazione apprezzabile proprio per il suo spirito formativo.
Roberto Mulas ha elogiato lo spirito di iniziativa degli organizzatori, “davvero coraggiosi nel proporre una bella iniziativa sportiva in un momento particolarmente difficile quale quello che stiamo vivendo”. Il responsabile dell’AIA oristanese ha poi voluto rappresentare lo sforzo degli arbitri di aprirsi e di mettersi in gioco, “facendoci conoscere per quel che siamo e facciamo con i nostri oltre 120 associati”. Infatti chi vorrà potrà, dopo un breve momento informativo sulle regole del calcio a 5, cimentarsi nella direzione di un match, ovviamente affiancato da un giovane arbitro.
Mulas infine ha voluto ricordare che ad ottobre partirà anche ad Oristano il corso nazionale per arbitri.
Daniela Masia si è invece soffermata sull’impegno delle ACLI oristanesi nel sociale, soprattutto per quanto riguarda il disagio e la prevenzione di fenomeni – ahinoi!, -sempre più diffusi a livello adolescenziale, come il bullismo. “E’ molto importante – ha sottolineato la Masia – formare i bambini e i ragazzi al rispetto delle regole e delle persone, ed allo stare insieme”.
Infine Gianni Scanu ha manifestato il suo entusiasmo a partecipare “ad un’iniziativa come questa che si rivolge ai bambini ed ai ragazzi, dei quali da sempre l’Oristanese si occupa con il suo settore giovanile, vero fiore all’occhiello della società”. E dalla prossima stagione, ha ricordato Scanu, l’Oristanese sarà protagonista anche nel futsal, dopo la fusione di quest’estate con l’Athena, la società dalle caratteristiche maglie giallonere che in questi ultimi anni ha tenuto alti i colori cittadini in questa disciplina sportiva. “Così ci è subito sembrato importante aderire all’iniziativa degli amici di Temptation, che permetterà a tanti bambini e giovani di avvicinarsi al calcio a 5 e di conoscerlo ed apprezzarlo”.
Dunque, ragazzi – e genitori! – appuntamento il 12 settembre per fare sport tutti insieme – con le dovute precauzioni! – divertendoci.