NEL QUARTIERE SACRO CUORE VARI SPAZI PUBBLICI ABBANDONATI [ADRIANO SITZIA]

0
188

Chi vive davvero la città, ossia non ci passa solo in auto distratto dalle sue faccende, sicuramente ha potuto constatare la situazione di vari spazi pubblici, di cui ormai non è neppure chiara la destinazione: carrarecce, orinatoi, parcheggi acquisiti, crossodromi naturali ecc. Il quartiere Sacro Cuore offre ai suoi (pochi) visitatori e (molti) residenti alcuni dei più luminosi esempi di trascuranza urbanistica di tutta la città – se non ci credete, fatevi una salutare passeggiata “in zona” -. Tra questi angoli più o meno esotici, senza dubbio emerge per il suo fascino “casual”, informale, l’occultato lembo verdastro che collega via Cima con via Costa (o viceversa). Di questo stretto limbello incastonato tra le case, lo scrivente s’era già occupato tempo addietro, senza risultato alcuno, almeno a giudicare dalla situazione odierna. Del resto già solo capirne oggi l’originaria destinazione – piccolo parco giochi – richiede non comuni competenze storico-archeologiche. Francamente, tenuto conto della posizione non proprio felice come spazio pubblico, e della sua limitata estensione, in mancanza di altre idee, la migliore soluzione potrebbe essere quella di realizzarvi qualche edificio residenziale pubblico o, se possibile, di trovare il modo per alienarlo. Certamente così com’è non serve a niente, è solo un brutto spazio sprecato.